"Dissói Lógoi è una autentica sintesi di ritmi, voci, canti e suoni differenti in grado di entusiasmare dal primo ascolto"

- Carlo Boccadoro, compositore, direttore d'orchestra,

fondatore dell'Ensemble Sentieri Selvaggi e critico musicale

"Very nice music. Glad to hear deviations from the expected. Dissói Lógoi having a lot of fun performing (and at a very hi level of musicianships)"

- Jon Hassell, compositore, musicista

e collaboratore di Brian Eno, Talking Heads, Peter Gabriel

Fondato alla fine degli anni 80 da Franco Parravicini e Alberto Morelli. Dissói Lógoi, che in greco antico significa discorsi contrastanti, è un collettivo musicale milanese che lavora sulla connessione delle tradizioni sonore del mediterraneo ed extraeuropee intrecciandole con linguaggi propri della contemporanea, del rock e del jazz.

 

Tradizione e sperimentazione, elettronica e strumenti popolari si fondono in un sound caleidoscopico. Le molteplici influenze stilistiche che caratterizzano la musica dei Dissói Lógoi rendono difficile confinare questo gruppo all’interno di un genere ben definito, poiché tante sono le voci che compongono i loro discorsi.

 

I Dissói Lógoi vengono collocati fra le musiche di frontiera, tra le nuove musiche mediterranee e all’interno del panorama dell'etnojazz.

Alberto

Morelli

Polistrumentista e compositore studia con Azio Corghi e Angelo Paccagnini. Da autodidatta studia la composizione e le tecniche strumentali delle musiche popolari del bacino del Mediterraneo e dell’Africa subsahariana. Ha studiato il repertorio e le tecniche esecutive legate al piffero, oboe popolare delle quattro province, con Stefano Valla e duduk armeno con Gevorg Dabaghyan.

 

Co-fondatore di diversi progetti tra cui Tangatamanu, EAR&NOW, Trio Coltri Menduto Morelli. Nel solco del progetto Tangatamanu, assieme a Stefano Scarani, avvia una ricerca sulle tecnologie applicate alla sperimentazione musicale e alla relazione fra musica, spazio e immagine.

Collabora con Studio Azzurro come compositore e sound designer.

Svolge attività di docenza, seminari e training di approfondimento sia in ambito musicale che universitario.

Dal 2015 Collabora con l'European Music Archaeology Project (EMAP)

 

Ha suonato tra gli altri con Mario Arcari, Mouna Amari, Amelia Cuni, Fabrizio De Andrè, Paolo Fresu, Ensemble Mare Balticum, John KennySteve James, Xabier Iriondo, Tommaso Leddi (Stormy Six), Simone Mauri, Piero Milesi, Gianni Mimmo, Moni Ovadia, Damo Suzuki (Can) e Faisal Taher.

Franco

Parravicini

Chitarrista e compositore, ha frequentato i corsi di contrabbasso presso il  Conservatorio Giuseppe Verdidove ha studiato con John Cage  all’interno di un seminario sulle tradizioni e il linguaggio della musica africana.

 

Studia chitarra da autodidatta e si avvicina al Jazz frequentando i corsi di musica d'nsieme tenuti da Giorgio Gaslini.

Insieme al flautista Gerardo Cardinale sviluppa lo studio sulle tradizioni musicali e le tecniche strumentali del Mediterraneo e della Grecia antica.

Da questo percorso nasce nel 1988 la produzione discografica "Un lungo cammino" per l’etichetta Virgin.

 

Partecipa a più di 30 produzioni discografiche come strumentista, compositore e sound engineering.

 

Ha suonato tra gli altri con Giorgio Gaslini, Massimo Urbani, Alexis Korner, Vincenzo Zitello, Mario Arcari, Gabriele Mirabassi, Riccardo Tesi, Francesco Magni, Tosca, Alice, Rossana Casale, Antonella Ruggero, Fabio Concato e Cristiano De André.

Federico

Sanesi

Inizia a studiare percussioni in giovanissima età con i Maestri Italo Savoia, Enrico Lucchini, in seguito con David Searcy presso la Civica Scuola di Musica di Milano. Si nutre  di numerose e fondamentali esperienze artistiche con suo padre Roberto Sanesi, artista, poeta e traduttore. Dal 1980 viaggia in India dove intraprende  lo studio del Tabla con il Maestro Pt.Sankha Chatterjee tra Venezia, Calcutta e Berlino.


Il suo lavoro di musicista si volge all'integrazione di diverse culture e linguaggi musicali ed extra musicali come teatro, danza, cinema, arti visive e poesia.    
Dal  2001 insegna Tabla nel Dipartimento “Tradizioni musicali extraeuropee ad indirizzo Indologico” presso il Conservatorio Arrigo Pedrollo di Vicenza.
Ha tenuto concerti in Europa, Africa,  Asia, Nord e Sud America, suonando con musicisti di tutto il mondo, circa 60 le collaborazioni discografiche.


Ha suonato tra gli altri con Pandit Hariprasad Chaurasia, Ustad Shujaat Khan, Ustad Shaid Parveez, Ustad Nishat Khan, Ritwyk Sanyal, Bahuddin Dagar, Vidur MallikPradeep Kumar Barot, Prem Kumar Mallik, Dino Saluzzi, Jhon Taylor, Paolo FresuFabrizio De André, Franco Battiato, Ivano Fossati, Ivan Della Mea, Timoria, Riccardo TesiPatrizio Fariselli.